Ray Ban Modello Goccia

Una donna talmente bella che, già agli esordi, incantò James Spader lasciandolo Due Giorni Senza Respiro. Una divina creatura capace di redimere persino L’Avvocato del Diavolo, grazie a quel volto serafico. Lei, ardita e radiosa come una dea dell’Antica Grecia, ha sacrificato per ciò che credeva le sue curve mozzafiato, deturpandosi come un Monster.La piccola frequenta la scuola elementare di Putfontein e, all’età di sei anni, inizia a prendere lezioni di danza.

Molti appassionati di cinema (e non solo) ricordano certamente Shine in cui si raccontavano le vicende di un pianista divorato dai propri fantasmi psichici e salvato dall’intervento amorevole ma deciso di una donna. Chi scrive ha avuto l’occasione di conoscere Helfgott ad un concerto e può confermare che sia la lettura cinematografica del suo percorso sia i caratteri della personalità del musicista sono stati resi con grande adesione alla realtà. Chi ha letto la breve sinossi di cui sopra può pensare che ci si trovi, a distanza di anni, dinanzi a un caso molto simile.

Quattro amici sui cinquanta (qualcuno arrivato nella professione, qualcun altro ormai in disarmo, ma tutti con una voglia matta di rimanere giovani, di vivere una vita picaresca come da ragazzi) ogni tanto lasciano le rispettive occupazioni e si radunano per le “zingarate” (vagabondaggi, scherzi feroci, ragazzate). Finché uno di loro muore (anche se la moglie crede fino all’ultimo che si tratti di una beffa dell’incorreggibile personaggio). Mario Monicelli riprende un soggetto che il povero Pietro Germi non aveva fatto in tempo a realizzare e lo traduce in immagini con l’abilità che gli è propria.

Durante un’azione di guerra Chris, scampato ai vietcong, che hanno decimato il suo plotone, si trova faccia a faccia con Barnes e lo uccide. “Abbiamo combattuto contro noi stessi”, pensa Chris. Rispetto al primo ha una trama pi lineare, una musica pi appropriata ed un finale pi ottimistico.

Notata da Mario Gori, presidente della Glamour Model Management e suo attuale agente, viene lanciata nel mondo della moda nel 2003, quando esordisce sulla passerella della maison Gattinoni. Vincitrice del premio Top Model Italiana Emergente, sfila per altri importanti brand che la inseriscono nei catwalk di manifestazioni modaiole e trasmissioni televisive (“Donna sotto le stelle”, “Notte Mediterranea” etc.). Dal 2005 al 2008, è la testimonial internazionale del servizio internet Alice, mentre nel 2006, è la madrina ufficiale della categoria Gruppi al 56 Festival di Sanremo.

Lascia un commento