Montatura Occhiali Da Vista Ray Ban Prezzo

Gli esordiInizia a lavorare presso McCann Erickson Italiana realizzando spot che riscuotono fin da subito grande successo. Più di recente, nel 2008, è la volta di Amiche mie, una miniserie per canale 5 con Margherita Buy, Elena Sofia Ricci, Luisa Ranieri e Cecilia Dazzi.La collaborazione con Luca Miniero prosegue in campo cinematografico, dove insieme scrivono e dirigono i film Incantesimo Napoletano (2001), vincitore di un David di Donatello e due globi d’oro, e Nessun messaggio in segreteria (2003) con Carlo Delle Piane, PierFrancesco Favino e Valerio Mastandrea. Nel 2008 si dedica, insieme a Nicola Vaporidis, a Questa notte è ancora nostra, mentre nel 2009 scrive e dirige Immaturi, commedia con Raoul Bova, Ricky Memphis, Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Ambra Angiolini, Anita Caprioli e Luisa Ranieri.

Ma quell’anno, il 1974, mette a segno un’altra performance degna di lode, quella della cameriera sboccacciata e un po’ superficialotta Flo di Alice non abita più qui di Martin Scorsese (pellicola dove fra l’altro recita accanto alla figlia Laura). Il suo ruolo è così inciso da vincere un BAFTA come miglior attrice non protagonista e da ricevere una candidatura all’Oscar.Dopo molti film tv, trova un posto persino nella trasposizione in telefilm della pellicola di Scorsese: Alice, dove però, invece di interpretare Flo (ruolo che nelle precedenti stagioni era spettato a Polly Holliday), diventa un’altra cameriera: Belle Dupree, dal 1980 al 1981 (praticamente tutta la quinta stagione della serie di successo), con tanto di vittoria di un Golden Globe come miglior attrice non protagonista per una miniserie tv. Passa sotto le mani di Jack Clayton per Qualcosa di sinistro sta per accadere (1983), trasposizione sul grande schermo del romanzo “Il popolo dell’autunno” di Ray Bradbury, e infine in quelle più indipendenti di Bob Rafelson in La vedova nera (1987) e di Martha Coolidge in Plain Clothes Un poliziotto in incognito (1988).A questo punto della sua carriera, l’incontro con il geniale David Lynch è stato a dir poco entusiasmante, per non dire folgorante.

Invasata da deliranti incubi che la vedono tormentata da Carrie, lo sguardo di Satana, l’attrice scopre di possedere doti extrasensoriali in Fury, convola a nozze con una Barbra Streisand camuffata da uomo in Yentl, in un ruolo che le frutterà la candidatura all’Oscar come non protagonista, e dà voce alle sinuose forme della “rossa” Jessica in Chi ha incastrato Roger Rabbit, intonando una conturbante “Why don’t you do right”.Ultimogenita del director/producer teatrale di origini ebraiche Jules Irving e dell’attrice Priscilla Pointer, Amy ha due fratelli: David Irving, sceneggiatore/regista, e Katie Irving, cantante ed insegnate dei bambini sordomuti. Nata a Palo Alto, California, la diva eredita dalla madre discendenze gallesi e Cherokee. In seguito, vola a Londra iscrivendosi all’Accademia di Musica e Arte Drammatica.

Lascia un commento